Montignoso - Il Piccolo Nido Casa Vacanze

Il Piccolo Nido Casa Vacanze
Versilia - Montignoso - Toscana
Vai ai contenuti

Menu principale:

Dove siamo



Montignoso è un fazzoletto di terra che si estende dalla costa versiliese al crinale delle Apuane e per questo il territorio  è caratterizzato da paesaggi naturali molto  differenti che vanno dalle spiagge attrezzate del Cinquale, alle montagne del Parco delle Apuane e alla pianura costiera con il Lago di Porta, residuo degli antichi acquitrini paludosi che caratterizzavano la zona in passato. Il mare limpido e le spiagge attrezzate attraggono molti turisti italiani e stranieri che hanno a disposizione stabilimenti balneari, servizi ricreativi e di animazione, un porticciolo, un aeroporto turistico e le terme. L'approdo turistico del Cinquale si trova all'interno del fiume Versilia e ad un passo da Forte dei Marmi, ottimamente collegato con la rete autostradale e l'aeroporto internazionale di Pisa. L’aeroporto del Cinquale, offre la possibilità di poter effettuare battesimi dell’aria e/o voli panoramici, sulla costa della Versilia, sulle vicine cave di marmo di Massa e Carrara o sulle Apuane. Le Terme della Villa Undulna di Montignoso offrono programmi termali anche senza soggiorno come il Beauty Day, o l’Olistic relax con 1 ingresso piscina e 1 ingresso sauna e 1 massaggio olistico di 50 minuti.

    
Montignoso è paesaggisticamente e storicamente dominato dal suo castello o fortezza, il castello degli Aghinolfi. Tra i castelli della provincia di Massa Carrara è uno dei più antichi e faceva parte del Limes bizantino a confine dei territori longobardi. La storia del Comune di Montignoso ruota interamente attorno al castello. La fortezza fu per secoli importante postazione di controllo, e terra di aspre contese per il suo dominio vista la sua importanza lungo uno dei principali snodi viari della storia  come la via Aemilio Scauri e la via Francigena. Montignoso non ha una città con l’analogo nome, ma il comune è costituito da diverse borgate disperse nel suo territorio tra mare a monti. Tra i borghi da ricordare, spiccano quello della Renella, accanto al lago, anticamente attraversata dalla Via Francigena; Piazza, con gli stretti vicoli lastricati; Prato circondata da vigneti che producono ottimi vini come: “Il Calomino” e “Il Feudo”; Cerreto, immersa nel verde e negli uliveti e Pasquilio località panoramica e di villeggiatura sita a 800-900 mt di quota. Se da Pasquilo raggiungete il Monte Folgorito a piedi, trovate le trincee tedesche della seconda guerra mondiale, facenti parte di quella linea difensiva nota con il nome di "Linea Gotica". Qui furono combattute le ultime battaglie della Seconda Guerra Mondiale. Oggi le trincee e le postazioni partigiane e tedesche sono facilmente visitabili. Dalle borgate montane di Montignoso, inclusa Sant'Eustachio, si godono stupende viste panoramiche su tutta la costa Apuo-Versiliese, l'isola Palmaria, ed in lontananza le maggiori isole dell'Arcipelago Toscano oltre alla Corsica.
   
La provincia di Massa-Carrara è meta perfetta per il turismo enogastronomico per la sua grande varietà di prodotti tipici e tradizionali. Fra i prodotti tipici di Montignoso troviamo il pane marocco, preparato con la farina di granturco, farina di grano, olio, olive e peperoncino e anticamente veniva cotto su una base di foglie di castagno, le salsicce la cui ricetta è quella di cento anni fa ed è tramandata di generazione in generazione, il biroldo, salume tradizionalmente più antico e ricco di sapori e profumi particolari, buonissimo da servire come affettato, ma anche eccellente contorno per piatti caldi (riscaldandolo si accentuano gli aromi e i profumi che racchiude in sé), il lardo che è stato recentemente riscoperto e rivalutato e lavorato con l'indispensabile stagionatura in conche di marmo estratto dalle cave di Colonnata; la mortadella apuana, ottenuta da una accuratissima selezione di carni pregiate elaborate secondo un'antica ricetta apuana, pregiato per il sapore delicato ed appetitoso; e infine il pecorino della Costa Apuana di colore bianco-giallino con un sapore leggero, salmastro ed un intenso profumo la cui tipicità deriva dall’impiego di latte di pecora massese, di alta qualità grazie all'alimentazione particolare e al pascolo, e alla lavorazione ancora tradizionale. Si può consumare fresco o stagionato, ottimo abbinato alle fave o alle pere.

Sei alla ricerca di una vacanza rurale lontano dalla città e dal turismo di massa? Visita anche La Bedina Casa Vacanze ai piedi dell'Appennino Tosco- Emiliano in un borgo medievale sull'antico tracciato della Via Francigena
Torna ai contenuti | Torna al menu